sabato 1 dicembre 2012

Doc Savage

Quando ero ragazzino leggevo Doc Savage, di Kenneth Robenson (pseudonimo di Lester Dent). la meraviglia di quei romanzi era che, per quanto fosse mostruosa e fantastica l'apparizione iniziale (cito a memoria, un ragno gigante su di una montagna) poi risultava avere una spiegazione scientifica più o meno plausibile (in quel caso un dirigibile). stiamo parlando di romanzi pulp scritti all'incirca negli anni 30. ingenui, innocenti, eroici ed epici. Ovviamente molto più adatti ad una lettura da ragazzo che a posteriori... adesso mi rendo conto di magagne, buchi nella sceneggiatura e altre trovate che strampalate è dir poco. Nonostante ciò, Doc Savage è un personaggio che ha ispirato senz'altro altre icone storiche del mondo della letteratura e dei comics. vi suona un eroe intelligentissimo dotato nelle scienze e ingienieria, che si allena per combattere il crimine, ricco, aiutato da un team di amici ognuno con specifiche abilità, che impiega la sua fortuna per combattere bande di malviventi sovente mascherati o supercattivi decisi a conquistare il mondo? eh, anche a me suona, iniziò quasi tutto da lui.
visto che dovevo studiare un pò di colori, perchè non ispirarmi ad un eroe del genere?
ecco quindi un illustrazione di una "finta"storia. che so...il nostro eroe è alle prese con una banda di supercattivi comandati da uno scienziato pazzo che attaccano le miniere di diamanti in sudafrica. i diamanti servono allo scienziato come combustibile per dei robot giganteschi con i quali vuole dominare la terra.... non so, il titolo potrebbe essere, ad esempio....il deserto metallico.....cuore di diamante....la minaccia dei robot giganti....il gigante d'acciaio....gigante d'acciaio,cuore di diamante................e cose così:-)

3 commenti:

Giacomo Pueroni ha detto...

Doc Savage, quanti ricordi!
(dimenticandoci l'orrido film anni '60)
Ottima illustrazione, by the way ;-)

Anonimo ha detto...

buonasera Stefano
ho fatto pulizia oggi, ho liberato un intero scaffale dell'armadio a muro e ho ritrovato la tua lettera farcita di disegni! ho buttato una montagna di carta ma la tua lettera la conservo.
spero tu stia bene
un saluto pieno di bei ricordi
Paola ( amica della pirilli, nella cui casa a Roma hai passato un capodanno circa 15 anni fa )

stefano Martino ha detto...

Cara Paola, (ti) ricordo benissimo. compresa la luce dell'alba che entrava dalla finestra. qui tutto bene, spero anche tu stia bene. si, sembra un riassunto un pò`squallido, ma 15 anni non sono bruscolini :-) continui col teatro? scrivimi che ti riassumo meglio. (sanchez00253@yahoo.it)